"Insegno perché credo nella condivisione dei saperi": intervista a Pia, docente di Spagnolo

Per l’intervista al docente di questo mese, abbiamo deciso di fare tappa nella nostra sede di Feltre e fare una chiacchierata con Pia Salvatori, docente di Spagnolo Base, che ci racconta che cosa l’ha portata sulla strada dell’insegnamento e come mai ha deciso di condividere questa sua passione con ENACLAB!

Buongiorno Pia. Siamo molto contenti di averti qui e di poterti rivolgere dal vivo alcune domande per far capire ai nostri lettori com’è organizzato il corso Spagnolo BasePartiamo dall’inizio. Parlaci un po’ di te.

Ciao a tutti! Sono Pia Salvatori, sono cilena e proprio in Cile ho seguito il percorso di studi necessario ad ottenere la laurea per diventare insegnante di Spagnolo. Qui in ENACLAB mi occupo della docenza del corso di Spagnolo.

In cosa consiste il corso?

Il nostro corso di Spagnolo Base ha una durata di 26 ore suddivise in 13 lezioni. L’obiettivo principale del corso è sviluppare le competenze comunicative degli studenti. Questo vuol dire sapersi rapportare con gli altri nelle situazioni più quotidiane della vita, come per esempio andare al supermercato o in farmacia, presentarsi o parlare della propria famiglia. Durante il corso lo sviluppo delle competenze comunicative avviene sia a livello dialogico, sia a livello scritto. Una piccola parte del programma, inoltre, è dedicata alla spiegazione delle differenze che esistono tra lo spagnolo “europeo” e lo spagnolo che potremmo definire “americano”: credo sia molto interessante per gli allievi mettere a confronto queste due culture.

Come imposti le tue lezioni?

M’interessa molto che gli studenti parlino e quindi ci confrontiamo fin da subito con esercizi di dialogo e simulazioni orali. Lavoriamo con i testi, le slide, con la musica e gli audio così da avere a disposizione la maggior quantità possibile di materiale.

Come mai hai deciso di insegnare?

Insegno perché credo nella condivisione dei saperi e perché è proprio vero che non si finisce mai di imparare. Per questo mi piace l’insegnamento.

Per quale motivo hai scelto di insegnare in ENACLAB?

La proposta di ENACLAB è molto interessante perché punta su un percorso formativo per certi versi individuale. Il fatto di avere a lezione un numero limitato di studenti permette a noi docenti di concentrarci, seguire meglio la classe e vedere come gli studenti recepiscono gli insegnamenti e i contenuti che noi stiamo trasmettendo.

Un’altra cosa molto interessante di ENACLAB è che vengono proposti dei corsi che risultano molto attuali e che possono arricchire la propria storia professionale, con l’idea quindi che il percorso di formazione e crescita di ognuno di noi sia in continua evoluzione.


Grazie Pia, per questa tua testimonianza. Siamo fortemente convinti che la conoscenza di una lingua straniera possa aprire molte porte, sia a livello professionale che personale: ecco perché ENACLAB fa dei corsi di lingue uno dei capisaldi della sua proposta formativa.

Verona, 07/02/2018