La storia

La storia

1774


Nasce a Verona Maddalena di Canossa, che si sente chiamata a dedicare la sua vita a Cristo, non in clausura, ma al servizio degli esclusi, delle ragazze e donne analfabete che vivono ai margini della società. Nel 1808, nel rione di S. Zeno a Verona, Maddalena dà avvio all’Istituto Canossiano, accogliendo nel monastero di S. Giuseppe le ragazze più povere. Morta il 10 aprile 1835, è proclamata santa dalla Chiesa il 2 ottobre 1988.

1860


L’Istituto Canossiano espande la sua opera in altri paesi nel mondo, rappresentando un punto di riferimento per la comunità locale dove si trova ad operare. Nel 1860 la comunità di Pavia, con il contributo della comunità di Venezia, dà avvio alle attività in Oriente in una comunità ad Hong Kong, seguita, nel 1868, da quella di Hankow e successivamente da molte altre comunità in Cina e in India. L’apertura internazionale non si esaurisce in Oriente, ma riguarda l’Africa, l’America del Sud, l’America del Nord, l’Est Asia, l’Australia. In Europa, oltre all’Italia, l’Istituto opera in Inghilterra, Polonia, Ucraina, Portogallo, Albania e Francia.

1869


Nasce in Sudan Giuseppina Bakhita, fiore africano, che conosce le sofferenze del rapimento e della schiavitù, e si apre meravigliosamente alla grazia quando arriva in Italia, accanto alle Figlie di S. Maddalena di Canossa. A Schio (Vicenza), dove è vissuta per molti anni, tutti la chiamano ancora «la nostra Madre Moretta».

2004


Nasce la Fondazione Canossiana per supportare l’opera delle Madri in tutto il mondo. L’Ente promotore è l’Istituto delle Figlie della Carità Canossiane, che ha una lunga tradizione nel campo della solidarietà internazionale e della promozione umana a favore dei “più bisognosi”. Dall’impegno delle missioni Canossiane all’estero nasce la possibilità di promuovere lo sviluppo e la solidarietà in tutto il mondo, creando strutture socio-sanitarie di base, dando un’educazione ai bambini e alle bambine più povere e promuovendo l’imprenditoria femminile e il ruolo della donna nella società.
Oggi l’Istituto ha una dimensione mondiale: è presente in tutti i 5 continenti del mondo, per un totale di 35 Paesi. La galassia Canossiana è costituita da 348 comunità, circa 3000 Madri e numerosi gruppi di laici, volontari e ex-allievi.